Il sostegno ai Lazzaretti dopo l’Aqua Granda

Immagine

 

Il 12 novembre 2019 un’acqua alta di 187 cm spinta da un vento oltre i 100 km orari ha ferito Venezia e Laguna. Alla sera peggiore, definita nuova "aqua granda", perché di poco inferiore a quella epocale del 1966, sono poi seguite altre giornate molto difficili. Popolazione e luoghi sono stati colpiti gravemente.

Le isole del Lazzaretto Nuovo e Lazzaretto Vecchio si sono potute dire abbastanza fortunate, ma hanno comunque subito danni e hanno avuto bisogno di materiali e manodopera professionale. Durante quei giorni critici, le due associazioni Ekos Club e Archeoclub di Venezia hanno collaborato con Istituzioni e Fondazioni per diverse azioni decisive di salvataggio e trasporto (ad esempio di supporto al Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale).

Il Paese e il mondo hanno assistito all'evento catastrofico con sgomento. In moltissimi hanno chiesto come poter aiutare città e Lazzaretti, sapendoli luoghi propulsivi per la collettività, e le donazioni di sostegno sono giunte calorosamente. Oltre ai singoli cittadini, ha risposto anche la struttura per le emergenze dei Lions International, il Lions Alert Team, attivando un’importante raccolta fondi interna.

Una prima azione di pulizia e piccoli interventi si è svolta sabato 30 novembre 2019 in una Giornata Ecologica straordinaria, grazie alla partecipazione di una quindicina di volontari e l’assistenza di Veritas S.p.A. per lo smaltimento.

Il sostegno riconosciuto all’impegno delle associazioni sta permettendo di coprire le spese dei numerosi interventi resisi necessari nel corso dei mesi (pulizie di rive e sponde, sistemazione della vegetazione, riapertura dei percorsi, drenaggi dei terreni, ripristino impianti e macchinari…).

 

Immagine
Didascalia

Un grazie particolare al Lions Alert Team del Distretto 108 Ta3, al coordinatore Bruno Agazia e all’Alpine Lions Cooperation!